Addominoplastica Roma

Addominoplastica Roma

L’ Addominoplastica Roma è una delle più frequenti operazioni di chirurgia estetica ed è indicata per i pazienti che desiderano avere di nuovo un addome tonico.

Facebook   Twitter   Google   Email  

L’ Addominoplastica Roma è una delle più frequenti operazioni di chirurgia estetica ed è indicata per i pazienti che desiderano avere di nuovo un addome tonico.

 

 

Eliminare il grasso addominale, ridefinire i fianchi, la pancia e la muscolatura addominale.I risultati ottenuti con questo tipo di intervento di addominoplastica sono molto naturali e le cicatrici si nascondono sotto gli slip. Grazie alle nuove evoluzioni tecniche, dopo un intervento di addominoplastica i pazienti sono liberi di muoversi dopo poche ore e senza dolore.

L’intervento di addominoplastica è indicato in pazienti che hanno affrontato gravidanze, cambiamenti di peso, dimagrimenti importanti e altre condizioni che possono portare a un addome cadente (addome pendulo), a un eccesso di cute e tessuto sottocutaneo, a smagliature cutanee, alla perdita di tonicità della parete muscolare (diastasi muscolare) o a eventuali ernie ombelicali.

L’addominoplastica è un intervento dedicato anche a pazienti uomini che ottengono risultati molto efficaci e naturali.  a chirurgia estetica dell’addome ( Addominoplastica ) consente di eliminare l’eccesso di grasso e di pelle, permettendo inoltre di correggere la separazione dei muscoli retti-addominali. L’addominoplastica consente di recuperare la corretta tensione della muscolatura addominale per ottenere un ventre più piatto, compatto e ben definito.

Si tratta di uno degli interventi di chirurgia estetica considerati più soddisfacenti da parte delle pazienti, data la possibilità di recuperare una silhouette più snella e armonica con una postura addominale migliorata. L’addominoplastica consente di correggere tutti gli addomi che presentano un eccesso di pelle importante (grembiule addominale) e, in particolare, che hanno una lassità anche a livello sovra-ombelicale.

In questo caso, dopo aver rinforzato i muscoli addominali, si deve procedere anche alla trasposizione dell’ombelico, al fine di distendere tutto l’eccesso cutaneo presente anche nei quadranti più alti dell’addome.  Le cicatrici residue dopo un intervento di addominoplastica sono nascoste sotto gli slip: la cicatrice orizzontale bisiliaca ha una lunghezza variabile in funzione della quantità di cute e grasso in eccesso che vengono rimossi.

In verità, nelle addominoplastiche classiche, l’ombelico era fino a poco tempo fa la parte più riconoscibile, con una cicatrice circolare ben visibile anche in costume da bagno e che mancava della naturale depressione. Personalmente, eseguo una tecnica del tutto particolare ed un piccolo “escamotage” mi permette di creare un lembetto cutaneo nella parte bassa dell’ombelico che viene fissato in profondità: in questo modo non residua alcuna cicatrice visibile e il risultato dell’addominoplastica sarà irriconoscibile sulla spiaggia.

Per me questo è uno dei momenti più importanti dell’intervento. operazione è effettuata in anestesia generale e in regime di ricovero ordinario (1 notte in clinica). Il giorno seguente all’operazione, rimuovo la medicazione compressiva sostituendola da un panty (una mutanda elastica) da portare 3 settimane. Generalmente non utilizzo drenaggi aspirativi nel postoperatorio e già il giorno successivo il paziente può camminare e riprendere progressivamente tutte le attività quotidiane.

Inoltre, è possibile farsi da subito una doccia. Prescrivo una profilassi antitrombotica con eparina e calze elasto-compressive nei primi giorni successivi all’intervento chirurgico. Può essere presente una certa dolenzia addominale e alterazioni della sensibilità per alcuni giorni che vengono adeguatamente trattate con la terapia antidolorifica prescritta.