Rinoplastica Milano

Rinoplastica Milano

L’obiettivo della Rinoplastica Milano  è di ricreare le opportune proporzioni tra le porzioni del naso (sia ossee che cartilaginee) e le altre unità estetiche del viso.

Facebook   Twitter   Google   Email  

Rinoplastica Milano

L’obiettivo della Rinoplastica Milano  è di ricreare le opportune proporzioni tra le porzioni del naso (sia ossee che cartilaginee) e le altre unità estetiche del viso. Per ottenere ciò, è indispensabile un’attenta valutazione del viso e dei piani composti da fronte-occhi e bocca-mento. Anche il sesso del paziente e la sua particolare personalità sono fattori tenuti in considerazione per progettare il nuovo profilo del naso.La rinoplastica detta “primaria” è l’intervento realizzato su di una piramide nasale sulla quale non si è ancora intervenuti chirurgicamente. Questa procedura può essere realizzata in anestesia generale light oppure in anestesia locale accompagnata da sedazione profonda.  Entrambe le procedure anestesiologiche presentano livelli si sicurezza elevata e vanno scelte in funzioni delle specifiche condizioni del paziente da operare. I tempi dell’intervento variano secondo il disegno operatorio previsto, ma possono oscillare tra la mezzora e l’ora e mezza. Due sono le tipologie di rinoplastica: essenzialmente aperta e chiusa.  Se la forma del naso non si accorda con i canoni del viso e con la personalità dell’individuo, tanto da arrivare a farlo soffrire psicologicamente per questo, certamente la rinoplastica può concretamente aiutare a risolvere il problema.

Le caratteristiche più comuni presenti nei pazienti che si sottopongono a questo intervento sono naso aquilino, naso a patata o punta carnosa, naso a sella, naso deviato / storto, naso grosso in proporzione al viso, narici larghe e gibbo nasale. Anche l’età può essere un motivo per spingere il paziente a sottoporsi alla rinoplastica. Infatti, il naso sembra più lungo con il trascorrere degli anni, e la rinoplastica aiuta a ringiovanire l’immagine di tutto il viso. Le aspettative sono un elemento importante per la soddisfazione finale del paziente. Infatti, bisogna ricordare che questo intervento può aiutare a migliorare la percezione di sé e il proprio rapporto con gli altri, ma questa è solo una conseguenza, non certo l’obiettivo della rinoplastica. Inoltre, non si può pretendere di diventare un altro solo per un ritocco al naso! I candidati ideali a questo intervento hanno aspettative concrete e realistiche e sanno che con la tecnica è possibile migliorare forma, dimensione e funzionalità della piramide nasale.

Caratteristiche del paziente Il candidato ideale ha le seguenti caratteristiche: presenta un difetto estetico nasale oggettivo e rilevabile ha uno stato di salute buono è maggiorenne ha aspettative realistiche in relazione al risultato ha un buon grado di maturità psicologica Incisioni e modellamento naso: rinoplastica aperta e rinoplastica chiusa Le incisioni previste per la rinoplastica aperta sono sia interne che esterne al naso. Per accedere alle strutture cartilaginee e muscose della piramide nasale, infatti, il chirurgo recide la columella, che è quella porzione a lembo di tessuto tra le narici. Questo tipo di procedura, anche se offre una visuale migliore dell’intervento, ha la pecca di lasciare una cicatrice esterna, quantunque molto ben nascosta sotto il naso.

La rinoplastica chiusa non prevede invece incisioni sulla pelle, perché il modellamento del naso avviene attraverso le narici stesse. Da qui il chirurgo incide le muscose fino ad arrivare alla porzione di cartilagine o di osso da rimodellare. Quindi la zona può essere rimodellata secondo i piani preoperatori e secondo quanto possono offrire i tessuti. Una volta ritoccata la struttura del naso, cioè ossa e cartilagini, la pelle viene nuovamente riposizionata come copertura, senza che sia stata incisa.